Beeplog.it - Blogs Gratis Crea il tuo Blog    Prossimo Blog   


    Daniela Borgini, L'Arte - Dipinti Racconti Poesie Pensieri Eventi
 

Mercoledì, 07. Marzo 2012

Daniela Borgini e Paola Mazzanti al Bar Verdi
di daniela borgini larte, 11:43

Mostra al Bar Verdi, Imola

Daniela Borgini

Paola Mazzanti

dal 3 al 30 Marzo 2012
Via G.Verdi 18 Imola

Orari di apertura bar, chiuso la domenica

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Venerdì, 02. Marzo 2012

Mostra Collettiva Imola 3 - 15 Marzo 2012
di daniela borgini larte, 11:14

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 09. Gennaio 2012

Sono una donna
di daniela borgini larte, 16:48

 
 




















Ho comprato mimose
gialle
come un grido d'estate.
Ho lasciato andare  il pensiero
via
nel vento
del gelido inverno,
per vivere.

Non ho trovato
il pozzo
della felicità eterna,
che ho cercato
-spasmodicamente-
lungo il filo infinito
del mio eterno cammino.

Ho studiato
le radici più antiche
del dolore,
per guarire
la mia pelle ferita.

Ho sognato
dentro castelli di sabbia
troppo fragili,
senza radici.

A lungo
ho agognato
le mie radici nel mondo.
E le radici del mondo.

Rovescio secchi di spazzatura,
ogni giorno.
Sono una donna.

   

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Re Magi
di daniela borgini larte, 16:38

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Abero di Bodhi
di daniela borgini larte, 16:32

                                                                                                                   Estasi

 

 Viaggio veloce
 dentro una      nebbia
 he si fa Luce.

 Senza confini,
 la dimensione del   tempo
 sfuma
 nell'eterna pianura dorata
 del nulla
 che E'.

 Effluvi
 dolci
 di orchidee          
 che  non vedo

Musiche
che sento lontane

 Bolla di sapone
  che culla,
  o forse
  delirio
  d' eternità                                                                                                 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Amo la luna piena
di daniela borgini larte, 16:01

Amo la luna piena



   Pianoforte di notte

  La tua musica
  intenerisce
  l'anima del tempo
  che danza
  adesso
  leggera e veloce
  - come se volasse-
  Ali di farfalle
  mescolano i colori
  Arcobaleni
  di luce
  s'inarcano
  nel cielo.
  Notte
  calda
  di note
  e di luna.


 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 01. Dicembre 2011

gioielli e Pennelli
di daniela borgini larte, 11:56

 

 Gioielli e Pennelli 

Daniela Borgini

 

Domenica 4 Dicembre

 Mostra Estemporanea

Mattina ore  10 -12,30 

 Pomeriggio ore 15,30 -19,30

Presso 

Chinthia

Gioielli in Pietra dura, via Emilia  213 Imola

 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Martedì, 09. Agosto 2011

Mostra Personale Caffè letterario Quinò, Imola
di daniela borgini larte, 22:26

Yoga & Colore

 dall’Anima alla Tela

Daniela Borgini
mostra personale


8 - 30 settembre 2011





 Mercoledì 21 Settembre
ore 18,30


Meeting

Parliamo di Yoga
6 motivi (almeno) per praticarlo

Caffè Letterario Quinò, Via Emilia  194 Imola


[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 11. Novembre 2010

Mostra Imola "Con gli occhi di tre donne"
di daniela borgini larte, 18:29

Con gli occhi di tre donne


Mostra Collettiva


presso ristorante





Giardini di San Domenico, Imola



dal 06/11/10 al 05/12/10


Daniela Borgini
 Gabriella Sangiorgi
 Isa Tamagnini

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 26. Agosto 2010

Mostra ai giardini di San Domenico, Imola
di daniela borgini larte, 17:54

Sabato 4 settembre 2010 FESTA dei GIARDINI di SAN DOMENICO

Programma:

a partire dalle 17

MERCATINO ARTISTICO-ARTIGIANALE

INTRATTENIMENTO PER BAMBINI

ore 22 Concerto METEORA


La band ripropone in versione sorprendentemente rock i più grandi successi della Disco po degli anni ‘80, suonati e ballati nelle discoteche e nelle feste di tutto il mondo. Non i soliti ‘80!

In caso di maltempo la manifestazione verrà rinviata a sabato 18 settembre

Con il patrocinio del Comune di Imola e in collaborazione con Area Blu e “Ai Giardini”

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 12. Luglio 2010

Mostra collettiva Castel Bolognese
di daniela borgini larte, 12:06

"Con gli occhi di tre donne"


05/12/2009 - 13/12/2009 -- via Emilia interna 50, Castel Bolognese


Presso la sala espositiva del comune di Castel Bolognese, in via Emilia interna 50, è allestita la mostra denominata "Con gli occhi di tre donne". Un appuntamento d'arte collettiva che si protrarrà fino al 13 del mese e che vede la compresenza di tre artiste: Isa Tamagnini, Gabriella Sangiorgi e Daniela Borgini. In mostra ci saranno così tre donne che sanno osservare e fotografare il mondo che incontrano ogni giorno, che sanno catturare i colori della gioia e le sfumature della tristezza, tre donne che sanno ascoltare le musiche dell'Universo ed esprimersi con le stesse vibrazioni armoniche.

I restanti giorni la mostra aprirà nei seguenti orari: mattina dalle 10.00 alle 12.30, pomeriggio 16.00 fino alle 19.00, domenica 13 dicembre la chiusura è alle 20.

La mostra verrà inaugurata alle 17 di sabato 5 dicembre.


[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Donne in mostra
di daniela borgini larte, 11:58

Comune di Mordano
Biblioteca Comunale

Via Borgo General Vitali 40027 Mordano (BO)

Dal 3 al 20 MARZO 2010

DONNE IN MOSTRA

Oltre i segni, al di là delle parole, un'unica espressività quello che ci unisce



Espongono:

Annarita Grandi Nadia Giberti

Anna Tazzari Silvia Armida

Donatella Dal Monte Luna Cocchi

Grazie Gistri Cristina Marchi

Rosa Banzi Isa Tamagnini

Gabriella Sangiorgi Margherita Tedaldi

Daniela Borgini


3 Marzo 2010 - ore 20.00

La scrittrice Roberta Giacometti

Ore 20.30 presenta:

ò Imola da raccontare ò...sguardi ritratti ricordi

Letture a cura della compagnia del teatro stabile di Mordano


Domenica 21 Marzo, a chiusura della bella manifestazione “Donne in mostra”, presso la Biblioteca Comunale di Mordano, Paolo Bernardi ha intervistato Colonne d’Ercole, nelle persone di Maria Cristina Paglia e Marinella Vella, coppia davvero ben assortita che ha saputo rendere piacevole l’ascolto.

L’ambiente, già di per sé accogliente e ideale alla lettura, era reso più luminoso dalle opere esposte, coloratissime e variegate negli stili, nei materiali e nelle forme espressive utilizzate dalle artiste: oltre alla Colonna-pittrice Isa Tamagnini, Anna Rita Grandi, Nadia Giberti, Anna Tazzari, Silvia Armida, Donatella Dal monte, Luna Cocchi, Grazia Gistri, Cristina Marchi, Rosa Banzi, Graziella Sangiorgi, Margherita Tedaldi, Daniela Borgini).

Una sorta di salotto letterario, allietato dalla buona performance del giovanissimo virtuoso Lorenzo Ginepri. La sua fisarmonica ha reso arioso e melanconico il reading appassionato di Grazia Zanetti, la nostra lettrice-attrice che, impeccabile e infaticabile, ha regalato al pubblico una versione insolita di due racconti (tratti dalla raccolta SPUTI - Storie di disprezzo) scelti appositamente per l’occasione, in quanto scritti da donne e con protagoniste femminili.

A conclusione del pomeriggio, tè e pasticcini per tutti, rigorosamente artigianali, realizzati dalla brava Isa Tamagnini, organizzatrice per Colonne d’Ercole dell’evento.

A Stefania e al suo Mosaico (Cooperativa che gestisce una “rete” di biblioteche comunali della zona, tra cui quelle di Medicina, appunto, e di Bubano, inaugurata di recente), con cui ci auguriamo di collaborare nuovamente in futuro, un ringraziamento particolare per la bella opportunità e la cordiale ospitalità.

Un evento tutto al femminile, inconsueto, piacevole. La primavera è arrivata e, si sa, è donna!

Anna Calamelli

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 07. Luglio 2010

Chi sono
di daniela borgini larte, 12:13

Autoritratto ( Collezione privata olio su carta 1979)

 

 

 Mi chiamo Daniela Borgini e sono una ricercatrice olistica che ha iniziato il proprio percorso all’inizio degli anni ’80,  mossa  da spirito d'osservazione, indipendenza , poca convenzionalità e una tendenza innata a captare  percezioni e sfumature, sia nelle persone che negli eventi,  percezioni che sono sempre state e divengono tuttora argomento di approfondimento e sperimentazione personale.


Studi universitari di Rieducazione Fisica e Psicomotricità  hanno direzionato il mio cammino verso l' orizzonte dell' infinito mondo dell’Astrologia, convinta che niente è casuale per nessuno, nemmeno il nascere diversamente abile o il ritrovarsi improvvisamente a dover condividere il resto della vita con una sedia a rotelle.


Affascinata dal linguaggio e dal messaggio degli Archetipi mi sono poi dedicata allo studio dei Tarocchi, non come possibili strumenti divinatori,  ma come  simbolo del percorso di crescita dell'Uomo.


Ho seguito lo studio della conoscenza dei Chakra con Anodea Judith e, a partire dal’90, mi sono dedicata per lungo tempo alla sperimentazione della Floriterapia di Bach.


Contemporaneo è stato l’incontro con l’Accademia di Filosofia Olistica, col Jnana Yoga e col Raja Yoga, solo in seguito ho sentito l’esigenza di approfondire ogni aspetto della filosofia yogica imparando da molti Maestri e praticacando quotidianamente le tecniche dell’ Hatha Yoga.  


Sono maestra ReiKi nella discendenza Usui, terapeuta Manos sin Fronteras e Theta Healing.


Con spirito aperto e profondo impegno conduco corsi di Yoga della Conoscenza per l'Associazioe Culturale Jnana.

Collaboro alle riviste: Essenthia guida al benessere   -  Solaris   - Conoscenza e Vita.


Sono sposata e madre di due figli di ventiquattro e vent' anni.

Affascinata dalle infinite sfumature dei colori, dalla loro capacità espressiva e rigenerante fin dagli anni dell'infanzia ho amato esprimere sensazioni ed emozioni facendone ampio utilizzo, trascrivendo, con penna e pennelli, su carta e su tela  "il particolare" , quell'immagine capace di trasportarmi sulle ali dell'infinito.



[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


La poesia Haiku
di daniela borgini larte, 12:09

   

Questa piccolissima, ma profondissima poesia, si compone di soli tre versi con una metrica semplice e tassativa:
5 sillabe
7 sillabe
5 sillabe
 
Si può definire haiku un attimo di vita che diventa verso, la tessera di mosaico dove il poeta esprime immagini, sensazioni ed emozioni in gran parte catturate dalla natura e dagli aspetti che essa ispira.
 
L’origine storica di haiku risale al dodicesimo secolo quando divenne popolare lo Haikai: un componimento poetico di trentun sillabe; un poema in versi di varia ispirazione composti da un gruppo di poeti che si riunivano in un ambiente con il pavimento di “tatami” e dove la loro nudità ben si confaceva allo spirito di queste riunioni.
Il poeta “maestro”, o chi veniva designato come iniziatore, cominciava a scrivere un verso detto Hokku, in tre righe di 5-7-5 sillabe, che rimaneva il più importante e indipendente in quanto “tema”. Un secondo poeta aggiungeva in seguito un verso composto, questa volta di 7-7 sillabe, e si continuava con questa simmetria alternata fino alla fine del poema.
 
Il primo sommo autore di Haiku fu Matsuo Basho che viaggiò a lungo in Giappone alla ricerca di un’autentica conoscenza e comprensione della natura; il diario che ha lasciato è in originale haiku.
Un hokku, chiamato haiku solo più tardi, deve conformarsi a due condizioni fondamentali: una quantità di diciassette sillabe, secondo un ritmo di 5-7-5, e la presenza di un kigo, termine che significa “fare preciso riferimento a una delle quattro stagioni”.
 
Il consiglio di Basho è di “seguire la natura”, non certo intesa in modo antropomorfico, ma piuttosto come forma vivente, secondo il pensiero buddista e il concetto della metempsicosi. Si rispetta la filosofia che anche una pietra abbia il proprio spirito (kami) ed abbia un’evoluzione, pensiero che appartiene tanto alle filosofie orientali che a haiku.
In questa poesia viene rispettato il concetto estetico della bellezza, che non è bella solo la cosa perfetta, ma anche quella con qualche difetto. La luna, stupenda al plenilunio, va ammirarata anche nelle fasi calanti e crescenti!
 
La poesia haiku, come l’arte, deve saper cogliere nell’essenza il fascino di un evento minimo, semplice e naturale; saperne apprezzare la quiete, la modestia, la naturalezza.
 
Dopo Basho, hanno scritto poesia haiku altri personaggi come il pittore e poeta Yosa Buson e Koyabashi Issa, e nel 1896 un giovane critico, Masaoka Ishi, propugnò un rinnovamento profondo, dichiarandosi pronto a rispettare non il poeta, ma la singola opera, che per essere autentica arte doveva essere realistica. Con lui inizia l’epoca dello haiku moderno e contemporaneo, fedele alle regole tradizionali o alla ricerca di nuove vie, non ultima quella del verso libero.
 
Nella letteratura giapponese gli haiku rappresentano una parte molto importante. La condizione che sta alla base di questo tipo di poesia è la convinzione dell'inadeguatezza del linguaggio rispetto al compito di testimoniare la verità. C'è molta cultura Zen alla nella poesia haiku, il cui intento è quello di far tornare il linguaggio alla sua essenza pura, alla nudità.
 
Nessuna manifestazione della vita, neppure la più semplice, è indegna di essere trattata dai poeti haiku, l'energia vitale di ogni cosa si svela alla mente quando la mente è libera da schemi e pregiudizi. E come l'energia vitale è in continuo movimento, anche lo haiku, nella sua semplicità, dovrà permettere, attraverso le sillabe, l’espressione del movimento ed esprimere la comunione con la natura.
 
Esistono almeno due modi di poesia haiku che danno vita a due stili diversi.
Il primo stile è caratterizzato dal fatto che uno dei tre versi (normalmente il primo) introduce un argomento che viene ampliato e concluso negli altri due versi.
Il secondo stile produce haiku che tratta due argomenti diversi , che sono in opposizione o in armonia. Questo secondo stile si esplica in due modalità: il primo verso introduce un argomento, il secondo verso lo amplia, il terzo verso produce un'opposizione di contenuto privo di relazione con il primo argomento.
Oppure il primo verso introduce un argomento, e i due versi successivi introducendo un nuovo argomento lo mettono in relazione con l'argomento trattato nel primo verso (in opposizione o in armonia).
 
Nelle poesie di Basho l'intera natura è chiamata ad esprimersi: l'acqua, le rocce, i fiori, il sole, le nuvole e le stelle, gli animali, le piante, il mare e il vento e insieme a tutto ciò, il dolore e la gioia dell'uomo. Tutto è Kami, divinità, e al cospetto del divino il poeta si colloca, anima e corpo in un'unità inscindibile, in estatica contemplazione.

Oggigiorno in Giappone si calcola che più di dieci milioni di persone si diletti a scrivere haiku. Ci sono attivissimi gruppi di poeti (chiamati Haijin) che si riuniscono per parlare di haiku.

I grandi Maestri Haiku

   
   

 

 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 23. Giugno 2010

Sogni d'Africa
di daniela borgini larte, 11:42


Africa


Desiderio
il mercato , acrilico su tela  50x70

feroce
di terra
rossa
arida
e secca
come
un bacio
di labbra
salate

Piedi scalzi
e feriti
-la vita ferisce 
 sempre e ovunque-

Qui
le sfumature
non esistono,
i chiaroscuri
non possono ingannare.
Qui
comanda
la luce
-forza
eternamente violenta
e calda-
che assopisce
le serpi
tra i rovi.
Compagne striscianti
-come i piedi-
di scie di noia

 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Prossima pagina »

Blog GRATIS di Beeplog.it

I contenuti dei weblogs provengono da autori privati. Beepworld non ha responsabilità alcuna!

 


Navigazione
 · Pagina index

Ultime entrate
 · Daniela Borgini e Paola Mazzanti al Bar Verdi
 · Mostra Collettiva Imola 3 - 15 Marzo 2012
 · Sono una donna
 · Re Magi
 · Abero di Bodhi

Categorie
 · Tutte le entrate
 · Arte : EVENTI (9)
 · Chi sono (1)
 · Pittura (10)
 · Poesia (1)
 · Racconti (0)

Links

RSS Feed

Calendario
« Settembre, 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930